Le truffe affettive online

Appare una recente forma di insidia in rete e tutto avviene online, i truffatori sono celati dietro la finta identità mostrata online.  E l’Ignaro risponde. Sono i figli o i nipoti che regalano ai nonni, rimasti soli e pensando di dare loro una compagnia “dinamica” e aggiornata, un tablet (più grande e più facilmente leggibile […]

Cambiamento di setting: un tertium da gioco degli scacchi?

26 maggio DALLA SEDUTA ALLA VIDEOCHIAMATA  CAMBIAMENTO DI SETTING: UN TERTIUM DA GIOCO DEGLI SCACCHI? Stiamo vivendo una ambivalenza nei riguardi della tecnica e della mediatizzazione: un senso di delirio di onnipotenza e un’ossessione contraria, di poter perdere l’Anima: allora riflettiamo su ciò che eventualmente perdiamo, ma anche su ciò che acquistiamo.  Non si può […]

Il corpo assente

Zolla 3, 19 maggio IL CORPO ASSENTE E il corpo?  Sembra assente: NO, è diverso.  Manca il corpo: suonare, salire, salutare, sedersi, i gesti, ed il corpo parla, a volte urla. Mancano gli odori, dal caffè bevuto poco prima alla sigaretta appena spenta; a volte il commento entrando che porta dentro da un fuori; l’assestarsi in […]

Derive dell’analisi virtuale

Intervento del 28 aprile 2021 Derive dell’analisi virtuale Deriva inquietante è la cronofagia: comporta una contrazione di tempo e spazio, l’accelerazione del tempo sociale e la conseguente riduzione delle barriere spaziali.  Gli umani e la tecnologia: la Technè è raccontata da Galimberti come l’apparato tecnico cui la razionalità fornisce mezzo e metodo per usarlo in […]

Il contagio virtuale

Intervento del 7 aprile 2021 Avviene tutto insieme: la pandemia e l’uso diffuso del web, sino all’abuso. Troppi skype, whatsapp, zoom, video, pc.  Strumenti che sono diventati dei produttori di simboli: per poter intervenire appare una manina, una emozione è fissata graficamente dalle emoticon, nella accelerazione del racconto grafico che non è più creato bensì […]

Non un solo giorno, ma tutti i giorni (3ᵃ parte)

Un approccio emancipato La “donno” e il “mammo”: non voglio né l’una né l’altro. Voglio una donna completa e non camuffata, un uomo intero e non vezzeggiante. Voglio un approccio non stereotipale ma emancipato, che non si omologhi alle supposte attese altrui. Apprezzo un uomo che esprima una mascolinità sensuale e non ridotta al sessuale, […]

Non un solo giorno, ma tutti i giorni (2ᵃ parte)

Sororalità. Poi ci manca la solidarietà tra noi donne, manca quella fratellanza squisitamente maschile: un uomo se la prende infatti più facilmente con una donna, se è guardata da altri, non con l’altro, come se tendesse alle difese di genere. Ovviamente con molte eccezioni.  Porto un esempio macroscopico. Una paziente lavora in un ufficio con […]

Non un solo giorno, ma tutti i giorni (1ᵃ parte)

RIPENSANDO ALL’8 MARZO   È passato in un tripudio di fiori, corse in città, donne per le strade e nei ristoranti, dibattiti televisivi, conversazioni radiofoniche, spettacoli televisivi, mimose offerte… Quest’anno con più WhatsApp e minori uscite ma con uguale profusione di auguri.Tutto in un’unica giornata: e le altre?  Non vorrei una simile ubriacatura di sorrisi […]

Monocultura, bolla, autoreferenza

Mi interrogo sull’informazione che continuiamo a ricevere a spron battuto, martellante, quotidiana. Ho già scritto di infodemia (pericolosa per la psiche come la pandemia per il corpo) l’anno scorso, quando tutti sapevano i numeri relativi all’andamento del covid, tutti davano i numeri in un’ossessione di ascolto, tutti pontificavano con cifre alla mano. Tutti nella bolla, […]

Le parole e il loro senso

Quando la relazione diventa ardua. Una relazione è fatta di parole, e di gesti e mimica, il simbolico della comunicazione. Le parole definiscono un significato, “dicono” qualcosa; i gesti fortificano o smentiscono le parole, come la mimica con tutti quei piccoli movimenti del viso che accompagnano le parole; il simbolico carica di senso, dà un senso a […]

Torna su