La finestra

La finestra sulla Val d’Orcia  Lo sguardo spazia oltre i confini definiti dalla cornice, sottolinea e insieme occulta lo spazio, racchiude ed esclude, accentra lo sguardo che guarda, costruisce una prospettiva dell’immagine guardata, rende autonomo il visibile: dando un confine fa esistere. “Il terapeuta deve lasciar aperta la via alla guarigione individuale; questa non comporterà […]

Maggio 2020

Un tempo sospeso tra un ieri che abbiamo vissuto e un domani che non riusciamo ancora ad immaginare. Silenzio nei cortili e nelle strade, silenzio nelle case quando si abita da soli, solitudine e ricchezza di ascolto profondo, di ascolto dell’Anima.   Ho scritto e letto molto, con il tempo dilatato per i minori impegni. […]

L’abisso tra un Io ed un Tu

L’ abisso come profondità e come differenza. Baratro senza fondo in quanto a- bissos, distanza forse incolmabile tra persone, l’abisso l’insondabile tra di noi, l’infinito abisso dell’anima; e l’archè senza fine del mondo creato, l’apeiron generatore del cosmos, a coppie di contrari; e il Tartaro oltre lo Stige, luogo di tormento e sofferenza, prigione dei Titani. All’interno dei Chorten tibetani, come degli Stupa indiani, […]

Torna su